Photo

Benedetto Pedrazzini, titolare della società Pedrazzini Tipografia SA, ripone piena fiducia in Heidelberg Schweiz SA come partner commerciale.

Una Versafire EV per Pedrazzini Tipografia SA

Da febbraio 2019 la Pedrazzini Tipografia di Locarno produce su una Versafire EV, la nuova stampante digitale che sostituisce la precedente Linoprint CV.

Già da alcuni anni la Pedrazzini Tipografia di Locarno ha dato piena fiducia ad Heidelberg scegliendola come partner per gli investimenti nella stampa digitale con l’acquisto di una Linoprint CV. La stampa digitale ha permesso, sin da subito, non solo di ridurre i tempi di fornitura ma, soprattutto, di aumentare notevolmente la presenza sul mercato con nuovi prodotti inimmaginabili fino a quel momento. In modo particolare la proposta dei dati variabili, della stampa in bianco e/o della vernice parziale lucida, l’utilizzo di supporti colorati e strutturati, la stampa su PVC e tessuto con una qualità stampa eccellente (in alcuni casi superiore alla stampa offset tradizionale) hanno permesso all’azienda di guadagnare un segmento e un posizionamento sul mercato.

Pur essendo totalmente soddisfatta della macchina e del servizio, nel febbraio 2019 la Pedrazzini Tipografia ha sostituito la Linoprinti CV con una nuovissima Versafire EV. Il nuovo modello ha saputo convincere grazie alla scelta modulare dell’ordine di stampa dei colori speciali – il bianco in particolare – che, potendo venir stampato come primo colore, offre il «letto» ottimale di copertura per la successiva stampa in quadricromia su supporti colorati. La scelta di dotare la macchina delle unità di stampa del giallo fluo e del pink non è legata “solo” alla resa ottimizzata di certi colori che, tradizionalmente, sono penalizzati nella stampa in quadricromia (l’arancio in particolare) ma, soprattutto, è dovuta alla volontà di proporre sul mercato “effetti speciali” che attualmente, come dice Benedetto Pedrazzini, titolare della società, «Sono una nostra esclusiva a Sud delle Alpi».

Il controllo densitometrico e di registro in linea e autonomo di cui è dotata la nuova macchina e la possibilità della stampa in bianca e volta in automatico nel formato 33 x 70 cm «Non hanno fatto che accrescere la nostra determinazione nella scelta del nuovo modello di Versafire» dice Benedetto Pedrazzini. (ext)